Posa di 10 Pietre d’inciampo a Palazzolo sull’Oglio

 

Lunedì 18 Gennaio 2016

Posa PIETRE D’INCIAMPO a Palazzolo sull’Oglio

con l’intervento di Gunter Demnig

ora

indirizzo

In ricordo di

Qualifica*

 

8,30

 

viaRaspina, 45

 

Battista Fumagalli

 

IMI

Internato Militare Italiano

9,00

Cascina Gonzere

Carlo Marella

 

IMI

Internato Militare Italiano

9,30

via G.B. Sufflico, 7

Mario Guarienti

 

IMI

Internato Militare Italiano

10,10

via Mura, 73

Remo Del Ton

 

IMI

Internato Militare Italiano

10,30

via Zanardelli, 5

Francesco Giovanessi

 

IMI

Internato Militare Italiano

11,00

S. Pancrazio, via Lancini, 47

Celestino Bolis

 

IMI

Internato Militare Italiano

11,30

Stazione Ferroviaria, via G. Marconi

Amelio Reggio

 

DEPORTATO

11,50

via Ponte Fusia, 2

Angelo Belotti

 

IMI

Internato Militare Italiano

12,15

piazza V. Rosa

Renzo Sacerdoti

 

DEPORTATO

12,30

piazza Roma,17

Mario Ruggeri

 

IMI

Internato Militare Italiano

 

 Gunter Demnig dal 1996  ha mantenuta viva la memoria di oltre 40.000 vittime della dittatura nazista attraverso la preparazione e la messa in opera di altrettante Pietre d’inciampo in più di 750 località, distribuite in dieci diversi paesi europei. Le Pietre d’inciampo sono dei sampietrini ricoperti di una lastra di ottone su cui è incisa una frase del tipo “Qui abitava … , nato … arrestato il …, deportato a …, assassinato il …”. Un tale sampietrino per il suo aspetto lucido e metallico si stacca con evidenza dal contorno e attira inevitabilmente l’attenzione, costringe a chinarsi per leggere e ricordare la persona cui è dedicato, diventa una vera e propria pietra d’inciampo, pur senza sporgere dal selciato. Secondo l’intuizione di Demnig questi sampietrini sono deposti sul marciapiede accanto all’ingresso di quella che fu la casa delle vittime.