Testi di Matteo Perrini

24 luglio 2009

Gli eroi e le dimensioni della Storia

Voltaire scrisse senza mezzi termini: “Io non amo gli eroi, perché fanno troppo fracasso”, e Jean Jacques Rousseau non esitò a dichiarare nell’”Emilio” che “gli eroi della storia sono gli eroi del vizio”. Il paradosso di Rousseau nasceva da due fonti diverse, ma confluenti: anzitutto il temperamento di moralista che […]
24 luglio 2009

Giacinto Tredici e il modernismo

Bonatelli, Varisco e Giacinto Tredici: dei tre pensatori che per nascita o per l’ufficio ricoperto sono legati a Brescia, il più vicino a noi nel tempo è il mite vescovo-filosofo. Di problemi filosofici Tredici si era occupato sin da giovane con assiduità, sempre attento a marcare la distinzione e il […]
24 luglio 2009

Chiesa e Rivoluzione francese

Conclusosi il bicentenario della Rivoluzione francese, accantonate le strumentalizzazioni operate dal dibattito ideologico (abbiamo sentito qualche marxista pentito esaltare Voltaire, mentre a mio avviso è assai urgente, in un Paese come il nostro, riscoprire Montesquieu!), si avverte il bisogno di recuperare una veduta d’insieme almeno sulle questioni di maggior rilievo. […]
24 luglio 2009

Cavour, audacia costruttiva

La visione politica dello Statista attraverso i discorsi della sessione parlamentare 7 gennaio – 16 luglio 1857 7 gennaio – 16 luglio 1857: un’area di tempo breve, ma assai significativa per il Presidente liberale e per il Risorgimento nazionale; poco più di un semestre, ma un semestre che cade nella […]
24 luglio 2009

Benedetto XV, la guerra è “inutile strage”

Quando cominciò l’anno 1917, gli Alleati e gli Imperi Centrali combattevano ormai da due anni e mezzo. Gli uomini di governo, che avevano dichiarato la guerra, potevano ben assumersi la responsabilità di giungere alla pace; almeno ora, dopo che lutti e sofferenze avevano colpito così atrocemente i popoli del continente, […]
24 luglio 2009

Bendiscioli, maestro della ricerca storica

Mario Bendiscioli non ha nessuna delle qualità esteriori da general manager dell’industria culturale odierna. E’ un uomo serio che ha sempre detestato la vacuità delle etichette generalizzanti, la propaganda, le apologie interessate. E’ uno storico di razza che ama i fatti, li ricerca con ardore inesausto e ragiona sui fatti, […]
24 luglio 2009

Auschwitz, le idee che hanno aperto la via all’orrore

I-Un’idea perversa di nazione, la crisi morale dell’Europa e la perdita del concetto di famiglia umana Il genocidio degli ebrei in Europa negli anni della seconda guerra mondiale, tra il 1939 e il 1945, supera ogni altro che si sia verificato nella storia e fa di Auschwitz qualcosa di unico. […]
24 luglio 2009

Appunti per un approccio storico alla Resistenza

1. COME SI GIUNSE ALL’8 SETTEMBRE 1943. IL DRAMMATICO AUTUNNO Il crollo del fascismo e i “45 giorni” di Badoglio Mussolini, nonostante l’accertata impreparazione militare e psicologica dell’Italia, di fronte ai grandi successi conseguiti da Hitler nella primavera del 1940, credendo ormai vicina la conclusione del conflitto, dichiara guerra alla […]
24 luglio 2009

11 febbraio 1929, quella sera in casa di Giovanni Battista Montini    

I In Italia dopo il 1922 il fascismo si aprì la via al potere, in Germania Hitler divenne cancelliere nel gennaio del 1933. In due nazioni incapaci di superare il trauma del dopoguerra prendevano così il sopravvento due totalitarismi, che traevano motivo di giustificazione dalla conclamata volontà di opporsi a […]