Testi di Matteo Perrini

6 Giugno 2009

Che cos’è l’Europa?

Non si può parlare di Europa senza chiedere: che cosa è l’Europa, che cosa significa essere europei? L’interrogativo è non solo inevitabile, ma decisivo perché noi attendiamo dalla nostra memoria […]
4 Giugno 2009

Le "Controversie" di Francesco di Sales

Francesco di Sales è un maestro di spiritualità e di saggezza di vita, un fine indagatore dei moti dell’anima umana e ha scritto libri, quali l’Introduzione alla vita devota e […]
4 Giugno 2009

Il dialogo ecumenico riparte da Lutero

Il primo libro in lingua tedesca Lutero lo pubblicò nel 1517 e ha per titolo I sette salmi penitenziali (Die sieben Busspsalmen). È l’anno in cui il teologo di Wittenberg […]
4 Giugno 2009

I cristiani e lo Stato: fedeltà secondo coscienza

Come il Nuovo Testamento e la Chiesa nascente giudicano il potere politico e si rapportano ad esso? Il Nuovo Testamento mette sotto gli occhi del lettore i due comportamenti, non […]
4 Giugno 2009

I venticinque anni della rivista teologica "Concilium"

Le idee devono avere mani e piedi per camminare tra gli uomini. Uno strumento tipico per far camminare le idee è la «rivista», meno legata alla cronaca rispetto al quotidiano, […]
4 Giugno 2009

Giustizia e uguaglianza un imperativo biblico

I racconti della Genesi hanno un valore archetipico e l’insegnamento che più riluce in essi è propriamente sovrastorico: quello che è detto di Abramo «non è soltanto per lui, ma […]
4 Giugno 2009

Oltre la crisi, le vie della ragione

Nel 1987 il premio Nietzsche ebbe tre destinatari degni, tre filosofi nel senso autentico del termine: Paul Ricoeur, Luigi Pareyson ed Enrico Berti. Una scelta assai felice e tanto più […]
4 Giugno 2009

Dio faccia a faccia con la modernità

I grandi influssi formatori dell’Europa sono stati unanimemente individuati nella cultura greca, nel diritto romano e nel Cristianesimo in quanto visione della vita e fonte di ispirazione morale. Nel variare […]
4 Giugno 2009

La virtù delle parole chiare e precise

Uno dei pensatori tedeschi più affascinanti e geniali, Johann Georg Hamann, ha condensato in due frasi sia l’elogio della chiarezza, sia l’elogio dell’oscurità. “Chiarezza, semplicità di espressione, connessione valgono più […]