Testi di Matteo Perrini

31 gennaio 2010

Agostino nella Milano di Ambrogio

Agostino venne a Milano nel 384, come retore imperiale, sollecitato dalla corte al prefetto di Roma, che era allora Simmaco, che fu ben lieto, all’indomani dello scontro con Ambrogio per l’ara della Vittoria, di creare imbarazzi, con l’invio di un eloquente manicheo, al suo amico-nemico vescovo. Vi rimase fino al […]
12 gennaio 2010

Interrogativi su Agostino. Intervista

Intervista a Matteo Perrini di Antonio Sabatucci Quali sono le ragioni della riproposta delle Confessioni di Agostino? Quando nel 1977 l’Editrice La Scuola di Brescia pubblicò l’edizione da me curata delle Confessioni di Agostino, il successo fu immediato. Le ragioni di un’accoglienza così cordiale furono bene individuate nelle recensioni di […]
12 gennaio 2010

La profondità dell’anima e l’educazione morale

I due interessi L’uomo aspira potentemente a conoscere, e questa sua aspirazione si rivolge in tre direzioni: al di sotto di sé e intorno a sé, dentro di sé, sopra di sé. Il suo primo interesse – primo in ordine di tempo, e pure mai interamente soddisfatto – è costituito […]
12 gennaio 2010

Educazione sociale dei giovani d’oggi

1. Orientamenti di pedagogia sociale Il centro dinamico è nella coscienza personale La persona umana esige le «comunicazioni» della vita sociale non solo per ciò che si riferisce alla sua natura animale ed istintiva – in ragione cioè dei bisogni di un individuo che nasce sprovvisto di tutto – ma […]
12 gennaio 2010

Ferrante Aporti, apostolo e pedagogista dell’educazione infantile in Italia

Quest’anno si celebra il primo centenario della morte di Ferrante Aporti, pioniere ed apostolo infaticabile dell’educazione infantile in Italia. Rievocando, nei motivi centrali ed in rapida sintesi, una così nobile figura di educatore e di pedagogista, noi cercheremo di cogliere il significato della sua opera e del suo messaggio dal […]
12 gennaio 2010

Filosofia e paideia in Nicola Petruzzellis

1. Vita e personalità Nicola Petruzzellis è nato a Trani, in Puglia, il 17 gennaio 1910 ed è morto a Roma il 30 ottobre 1988. Compì i suoi studi all’Università di Napoli ed ebbe come maestro Antonio Aliotta, di cui apprezzò sempre l’ampiezza della veduta speculativa pur senza condividerne l’orientamento […]
10 gennaio 2010

Rifiuto pessimistico dello Stato?

Un luogo comune continua a gravare più o meno oscuramente sulla coscienza di molti, circola ancora nella polemica di parte e nei manuali, e aduggia opere anche pregevoli quando si scrive su Agostino filosofo della politica. Sant’Agostino – si dice – ha condannato lo Stato in quanto tale, facendo così […]
10 gennaio 2010

Pena di morte e terrorismo: la scelta cristiana di Agostino

Una certa tradizione illuminista ha fatto di Agostino, uno dei geni universali in cui più abita l’umano, un “teologo forcaiolo”; ancor oggi qualche epigono insiste nel presentarlo alla Bayle, come “prince et patriarche des persécuteurs”. La risposta più corretta a questo tipo di giudizi crediamo di darla cercando di sorprendere, […]
10 gennaio 2010

Le "Confessioni", richiamo alla vita interiore

A quarantatré anni, dodici dopo la conversione, Sant’Agostino scrisse le “Confessioni”, per aprirsi al genere umano, al cospetto di Dio: apud te, haec narro, generi meo, generi humano. Nessun’altra sua opera ebbe maggior diffusione. Intorno ai settantaquattro anni, quando si volterà a giudicare le sue opere, parlerà delle “Confessioni” con […]