Presentazione del libro “Preghiera per Chernobyl”

Letture da parte dell’attrice Edi Gambara; canzoni russe cantate da Elena Frolova.

Incontro tenutosi nella Sala Bevilacqua di via Pace n.10 a Brescia.

Svetlana Aleksievic, nata nel 1948 in Ucraina, vive oggi in Bielorussia, è autrice di libri famosi e discussi, tradotti in venti paesi, tra i quali La guerra non ha un volto femminile (1985), sulle donne-soldato sovietiche nella II guerra mondiale; Ragazzi di zinco sulla guerra afghana vista con gli occhi dei reduci sovietici e delle madri dei caduti, Incantati dalla morte (1993), sui suicidi causati dal crollo dell’URSS. Svetlana Aleksievic, il 13 ottobre 2013, al termine della Fiera del Libro di Francoforte è stata insignita del Premio per la Pace degli editori tedeschi. Nella sua opera più recente, Vremja sekond-chėnd (Tempo di seconda mano), sulla vita tra le macerie del postcomunismo, la Aleksievic ha reso “l’intervista un genere letterario suo proprio, attribuendole valore di espressione corale. Come memoria morale si interroga se pace, libertà e giustizia non fossero state alternative migliori”, così afferma la motivazione della giuria che le ha assegnato il Premio per la Pace.

Premio Nobel per la Letteratura nel 2015, tradotta in più di venti lingue, è una delle maggiori giornaliste e scrittrici contemporanee.