Testi di Matteo Perrini

  • Cerca nelle Tematiche

Documenti trovati: 429
Pagina 2 di 36
31 dicembre 2004

Detti e contraddetti 2004 – 2° semestre

1 luglio 2004. LINEA RECTA BREVISSIMA. Non l’oscillazione permanente, ma la scelta liberatrice. Francois de Curel ha elevato a modello un personaggio interiormente scisso, «nomade fra cielo e terra»; Francesco d’Assisi, invece, è libero da tutto perché tutto ama e nell’amore di Dio congiunge terra e cielo. La luce. Dio […]

30 giugno 2004

Detti e contraddetti 2004 – 1° semestre

7 gennaio 2004 Linea recta brevissima. Attingere alla sorgente. Ma l’esistenza non è ancora stregata; in cento / luoghi è ancora sorgente. Un gioco di forze / pure che nessuno attinge se non prega e ammira (Rainer Maria Rilke). Ciò che la vita insegna. Ciò che la vita insegna è […]

04 maggio 2004

Paul Celan tra nichilismo e invocazione

Giornale di Brescia, 4 maggio 2004 Articolo scritto in occasione dell’incontro con prof. Mario Pezzella, docente di estetica alla Scuola Normale di Pisa, che ha tenuto una lezione su «Il varco è qui?» – La ricerca dell’Assoluto nella poesia di Paul Celan. Far ascoltare le voci poetiche più alte a […]

02 aprile 2004

Thomas More, il laico cristiano dei tempi nuovi

Thomas More ed Erasmo da Rotterdam si incontrarono per la prima volta a un pranzo del Lord Mayor di Londra nell’estate del 1499. More aveva allora ventidue anni, Erasmo una decina di più, e fu subito amore a prima vista. I due differivano in tutto, o quasi: per l’ambiente in […]

22 gennaio 2004

Il significato del Kirchenkampf per la Chiesa universale

Nel 1936 la Morcelliana pubblicava Germania religiosa nel Terzo Reich-Conflitti religiosi e culturali nella Germania nazista. L’autore, il trentatreenne Mario Bendiscioli, aveva avuto l’audacia di far storia su una vicenda ancora in pieno sviluppo, essendo il nazionalsocialismo giunto al potere solo nel 1933. Nella prefazione Bendiscioli sottolineava “il grave significato […]

21 gennaio 2004

Mario Bendiscioli storico

Giornale di Brescia, 21 gennaio 2004. Articolo scritto in occasione dell’incontro promosso dalla Ccdc con Paolo Prodi e Massimo Marcocchi su “Mario Bendiscioli tra storia ed ecumenismo”. Nel 2003 ricorreva il centenario della nascita di un grande bresciano e il Centro di Documentazione, che ha sede nella nostra città, ha […]

31 dicembre 2003

Detti e contraddetti 2003 – 2° semestre

4 luglio 2003. Linea recta brevissima. Ciò che l’Impero non capisce. L’obbedienza riluttante delle province conquistate in genere costa più di quanto vale (Thomas Babington). Il fascino del colore. Il colore è un mezzo per esercitare sull’anima un’influenza diretta (Vasilij Kandinskij). Una smania molto pericolosa. Generalmente, negli Stati meno se […]

30 giugno 2003

Detti e contraddetti 2003 – 1° semestre

2 gennaio 2003. LINEA RECTA BREVISSIMA. Conservare lo spirito dell’infanzia. Conservare lo spirito dell’infanzia dentro di sé per tutta la vita vuol dire conservare la curiosità di conoscere, il piacere di capire, la voglia di comunicare (Bruno Munari). Se l’uomo si sottrae a Cristo. So che l’inferno s’apre sulla terra […]

09 aprile 2003

"Lettere di condannati a morte della Resistenza": un libro da consegnare ai giovani d’oggi   

Nel marzo 2002, nella collana «I millenni» di Einaudi, è apparsa, a cinquant’anni di distanza dalla prima, la nuova edizione delle “Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana”. È la sedicesima. Quel libro si rivolge ormai non alle persone che avevano vissuto i fatti, o almeno i tempi, della […]

03 aprile 2003

Sophie Scholl, la ribellione cristiana per l’umanità

Sessant’anni fa Sophie Scholl, suo fratello Hans Scholl e Christoph Probst vennero giustiziati dopo un sommario processo, presieduto dall’ultranazista Freisler, seguiti di lì a pochi mesi dai loro amici Alexander Schmorell, Willi Graf e il professor Kurt Huber che nel tratto finale si unì ai giovani della Rosa Bianca. I […]

27 marzo 2003

Pavel Florenskij, il "Pascal russo", nel gulag di Stalin

Tra coloro che hanno reso testimonianza della immane sofferenza generata dal totalitarismo sovietico emergono nettamente, per la validità universale e la levatura culturale del loro messaggio, oltre a Solženicyn e a Siniavskij, la poetessa Anna Achmatóva, lo scrittore Vaclam Šalamov e quel genio multiforme che si chiama Pavel Florenskij. Dei […]

19 febbraio 2003

Bergson e la seconda rivoluzione scientifica

Quando Bergson si era formato e negli anni del suo insegnamento liceale, dal 1881 al 1897, il positivismo trionfava. Era ormai opinione diffusa che l’unico sapere “positivo” possi-bile fosse quello scientifico. Comte nella prima metà dell’Ottocento aveva impresso nella cul-tura e nell’opinione pubblica un vigoroso impulso a quell’orientamento che, nella […]

Pagina 2 di 36