24 Luglio 2009

La crisi nell’Italia di Crispi

I-L’Italia di Crispi, tra demagogia e autoritarismo Nel marzo 1886 Crispi concluse un discorso contro le funeste conseguenze della politica di Depretis gridando al banco del governo: «Mettete un uomo […]
24 Luglio 2009

Il prevosto Bernhard Lichtenberg a fianco degli ebrei

A Dachau era diretto nel novembre del ’43, con duecento ebrei, il “prigioniero deportato” Bernhard Lichtenberg, la personalità di maggior spicco, dopo il vescovo Preysing, nella diocesi della capitale del […]
24 Luglio 2009

Il delirio di Cavour morente

Mercoledì 29 maggio 1861 Cavour rientrò in casa esausto e preoccupato. «Non ne posso più – confidò al domestico – ma bisogna lavorare lo stesso. Il Paese ha bisogno di […]
24 Luglio 2009

Il consenso delle masse e il "male" nella Storia

Qual è la parte del male nel cammino umano collettivo che chiamiamo storia? Questa domanda non formula solo un «problema», ma costituisce essa stessa un «tormento», al quale d’altra parte […]
24 Luglio 2009

Gli eroi e le dimensioni della Storia

Voltaire scrisse senza mezzi termini: “Io non amo gli eroi, perché fanno troppo fracasso”, e Jean Jacques Rousseau non esitò a dichiarare nell’”Emilio” che “gli eroi della storia sono gli […]
24 Luglio 2009

Giacinto Tredici e il modernismo

Bonatelli, Varisco e Giacinto Tredici: dei tre pensatori che per nascita o per l’ufficio ricoperto sono legati a Brescia, il più vicino a noi nel tempo è il mite vescovo-filosofo. […]
24 Luglio 2009

Chiesa e Rivoluzione francese

Conclusosi il bicentenario della Rivoluzione francese, accantonate le strumentalizzazioni operate dal dibattito ideologico (abbiamo sentito qualche marxista pentito esaltare Voltaire, mentre a mio avviso è assai urgente, in un Paese […]
24 Luglio 2009

Cavour, audacia costruttiva

La visione politica dello Statista attraverso i discorsi della sessione parlamentare 7 gennaio – 16 luglio 1857 7 gennaio – 16 luglio 1857: un’area di tempo breve, ma assai significativa […]
24 Luglio 2009

Benedetto XV, la guerra è “inutile strage”

Quando cominciò l’anno 1917, gli Alleati e gli Imperi Centrali combattevano ormai da due anni e mezzo. Gli uomini di governo, che avevano dichiarato la guerra, potevano ben assumersi la […]