Testi di Matteo Perrini

23 dicembre 2009

Il dilemma della non-violenza in Platone

Nel 1961 Giovanni Reale affidava alla Scuola Editrice il suo primo lavoro sul grande pensatore greco: la traduzione di un dialogo apparentemente minore, il “Critone”. Trentacinque anni dopo, Reale torna su quel dialogo, enigmatico nella sua ap¬parente semplicità, e lo ripubblica in un’edizione coi testo a fronte, per i tipi […]
23 dicembre 2009

Socrate: le fonti, la personalità, la politica

Come Gesù, Socrate non ha scritto nulla e tuttavia egli è uno di quegli uomini che non solo hanno rinnovato profondamente una civiltà, quella a cui appartenevano, ma la civiltà umana in quanto tale. Socrate lo ha fatto sia attraverso la scoperta delle categorie dell’universalmente umano nella logica e nella […]
23 dicembre 2009

Socrate, la grande missione storica

La figura di Socrate è ben singolare. C’è qualcosa in lui che l’accosta agli stessi sofisti ed è la sua spregiudicatezza nel sottoporre ogni problema, fatto o comportamento all’esame, alla critica, al dibattito. “Un’esistenza cui sia tolto il libero esercizio d’indagine (l’esame del pro e del contro) è un’esistenza che […]
23 dicembre 2009

Socrate, il risveglio della coscienza

«Conosci te stesso» era scritto sul frontone del tempio di Delfi. Socrate ne fece il suo motto, dandogli un’estensione e una profondità insospettate. Mettersi in chiaro con se stessi, con un atto di coraggio e di sincerità da rinnovare di continuo, significa infatti pervenire all’età della ragione, cioè superare l’egocentrismo, […]
23 dicembre 2009

Socrate s’inchina di fronte alle leggi

Siamo nella primavera del 399 a. C. La scena è una cella del carcere di Atene, al primo crepuscolo del mattino, il terzo giorno precedente la morte di Socrate. Due sono i personaggi: Socrate e Critone, il vecchio amico d’infanzia. Interlocutore invisibile, ma di appassionata eloquenza sono le Leggi. Il […]
23 dicembre 2009

Incontro con Socrate per conoscere se stessi

Perché rivisitare Socrate e metterci alla sua sequela, perché tornare a farci suoi discepoli? Socrate è l’uomo dei paradossi. Egli, che ispirò tutte le grandi filosofie della Grecia, non scrisse una sola parola. L’arco della sua vita va dal 470 a.C. al 399; ma il suo messaggio è infinitamente più […]
23 dicembre 2009

Il "Simposio": indagine sull’amore

Il “Simposio”, che Platone compose sui quarant’ anni, nel pieno vigore del suo genio, è un capolavoro non solo della filosofia greca, ma della letteratura universale. Nel volume “Eros démone mediatore”, pubblicato dalla Rizzoli, Giovanni Reale suggerisce una lettura approfondita del testo e una sua interpretazione. Qui noi tenteremo solo […]
23 dicembre 2009

Il "conosci te stesso" per Socrate

“Conosci te stesso” era scritto sul frontone del tempio di Delfi. Socrate fece suo il motto, dandogli un’estensione e una profondità insospettate. Mettersi in chiaro con se stessi, con un atto di coraggio e di sincerità da rinnovare di continuo, significa pervenire all’età della ragione, cioè superare l’egocentrismo, il narcisismo, […]
23 dicembre 2009

"Fedone", o delle ultime ore di Socrate

Il “Fedone” è preceduto da un colloquio introduttivo. Echécrate, attorniato da un gruppo di amici, incontra Fedone, un discepolo di Socrate, e lo prega di narrargli le ultime ore del maestro. La città in cui si verifica l’incontro è Fliunte, nel Peloponneso nord-orientale; il luogo è probabilmente quello in cui […]